‎9/12/1851, la YMCA arriva in Nord America, Gloria Gaynor: «Pazienza, io sopravviverò»

volley.jpg
9 dicembre 1851: viene fondata a Montreal la prima sede Ymca dell’America settentrionale, luogo di svago ideale per i giovani operai, ma anche per giovani poliziotti, motociclisti, soldati, indiani e cowboys. L’associazione era stata creata anni prima dal filantropo protestante George Williams per offrire ai lavoratori una stimolante alternativa ai piaceri del bordello e del pub: la lettura della Bibbia. Eccitati da quel libro zeppo di sesso e violenza, i ragazzi dell’Ymca facevano un tale troiaio che i clienti dei pub e dei bordelli adiacenti tutte le sere chiamavano la Buoncostume. Per intrattenere gli adolescenti in tempesta ormonale, la Ymca fu costretta a inventare il volley: era facile da imparare, praticabile anche al coperto e consentiva di vedere più falli e toccare più palle che a Sodoma (nella foto Ansa-Fuori, un piccante momento sottorete). Tuttavia le palestre dei Giovani Cristiani non furono mai la bengodi gay descritta dalla famosa canzone dei Village People, il cui titolo originale, infatti, era «Catholic Seminary»: fu il produttore a imporre di sostituirlo con «Ymca», il cui spelling era meno complesso.